Movimento Trieste Libera

Testo della Dichiarazione della I.P.R. F.T.T. nel 70° anniversario della costituzione dell’attuale Free Territory of Trieste e del suo Porto Franco internazionale

DICHIARAZIONE 
nel 70° anniversario della costituzione dell’attuale Free Territory of Trieste  e del suo Porto Franco internazionale

 

Oggi, 15 settembre 2017, celebriamo il 70° anniversario dell’indipendenza dell’attuale Free Territory of Trieste – Territorio Libero di Trieste – Svobodno Tržaško Ozemlje.

È l’anniversario dell’entrata in vigore, il 15 settembre 1947, del Trattato di Pace con l’Italia che ha eseguito la Risoluzione S/RES/16 (1947) delle Nazioni Unite costituendo da quella data il Free Territory of Trieste quale Stato sovrano con il suo Porto Franco internazionale, posti sotto la protezione diretta del Consiglio di Sicurezza.

L’attuale Free Territory of Trieste è costituito nella prima fase del suo Regime Provvisorio entro i confini con l’Italia e con la Slovenia stabiliti rispettivamente dal  Trattato di Pace del 1947 e dalle Risoluzioni delle Nazioni Unite che hanno riconosciuto dal 1992 le Repubbliche indipendenti di Slovenia e Croazia entro gli attuali confini, a seguito di plebisciti.

Il Regime provvisorio dell’attuale Free Territory of Trieste, con il suo Porto Franco internazionale, è tuttora affidato dalle Nazioni Unite ai Governi degli Stati Uniti d’America e del Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord, i quali ne hanno sub-affidate dal 1954 l’amministrazione civile al Governo italiano, e la difesa militare alla NATO.

Come noto, i problemi economici e politici dell’attuale Free Territory of Trieste e del suo Porto Franco internazionale sono dovuti al fatto che gli organi locali dell’amministrazione provvisoria sub-affidata al Governo italiano abusano da lungo tempo dei loro incarichi simulando che il Free Territory sia invece sottoposto alla sovranità dello Stato italiano, per paralizzare e parassitare lo sviluppo economico del Free Territory amministrato e del suo Porto Franco internazionale.

La International Provisional Representative of the Free Territory of Trieste è costituita dal 16 settembre 2015, su iniziativa del Movimento Trieste Libera, per porre fine a tali abusi con tutte le azioni legali e politico-diplomatiche necessarie, operando quale soggetto internazionale su delega diretta di cittadini ed imprese del Free Territory e di altri Stati.

A tale scopo questa Rappresentanza ha invitato ripetutamente, nelle forme adeguate ed opportune il Governo italiano amministratore ed il Presidente della Repubblica Italiana ad interrompere detti abusi commessi a danno del Free Territory e degli altri Stati da organi locali dell’amministrazione italiana.

Nello stesso tempo, questa Rappresentanza ha sollecitato le Nazioni Unite quali garanti dell’attuale Free Territory, i Governi degli Stati Uniti d’America e del Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord, quali amministratori primari, ed i Governi e le imprese di altri Stati a sollecitare il Governo italiano ad ottemperare a detti inviti al ripristino della legalità.

Oggi, 15 settembre 2017, possiamo perciò celebrare il 70° anniversario dell’indipendenza del Free Territory con i primi risultati concreti e rilevanti della linea d’azione legale e politico-diplomatica di questa Rappresentanza.

Nel mese di maggio 2017 abbiamo azionato una storica causa civile di accertamento sul diritto del Governo italiano amministratore di imporre e riscuotere tasse a Trieste in nome, per conto ed a bilancio dello Stato italiano, oppure in nome, per conto ed a bilancio del Free Territory amministrato. La differenza economica è rilevantissima, perché le tasse italiane sono tre volte maggiori.

Nel mese di luglio 2017 il Governo italiano ha dovuto finalmente ammettere, con un proprio decreto sulla gestione amministrativa del Porto Franco internazionale, di non esercitare su Trieste la sovranità dello Stato italiano, ma la sub-amministrazione provvisoria conferitagli dai Governi degli Stati Uniti d’America e del Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord, quali amministratori primari.

Siamo lieti perciò di poter annunciare questo primo, grande risultato concreto ai cittadini ai residenti ed alle imprese del Free Territory of Trieste e degli altri Stati, e stiamo proseguendo alacremente nella difesa di tutti i loro diritti ed interessi legittimi, con le azioni legali e politico-diplomatiche necessarie ed opportune.

Oggi, 15 settembre 2017, celebriamo la nostra settantesima Festa dell’Indipendenza anche rendendo pubblici i documenti delle nostre azioni legali per i diritti fiscali del Free Territory of Trieste e sulla proprietà e gestione del suo Porto Franco internazionale.

Questa Rappresentanza ringrazia i Governi amministratori primari statunitense e britannico, ed i Governi degli altri Paesi, per l’appoggio che hanno dato o vorranno dare al ripristino quanto più rapido dei diritti e delle funzioni economiche dell’attuale Free Territory of Trieste e del suo Porto Franco internazionale aperto alle merci e delle imprese di tutti gli Stati senza discriminazioni, che è uno strumento strategico fondamentale per la stabilizzazione economica e politica del Sudest Europa.

Grazie per la Vostra attenzione.

                                                                                     Paolo G. Parovel

                                                                                  Secretary General of the I.P.R. F.T.T.

Scarica la dichiarazione in Italiano: LINK

Scarica la dichiarazione in inglese: LINK