Trieste Libera

10 febbraio: presidio al Porto Franco Nord (FOTO)

Trieste, 11 febbraio 2014: ieri 10 febbraio il Movimento Trieste Libera ha tenuto una conferenza stampa sulla scadenza del suo “Ultimatum per il Porto Franco internazionale” presentato lo scorso 8 dicembre durante la manifestazione “Il Futuro va in Porto”.

Il termine dell’ultimatum cadeva nell’anniversario della firma del Trattato di Pace di Parigi che determina la cessazione della sovranità dello Stato italiano sul Territorio Libero di Trieste e sul Porto Franco internazionale di Trieste, per il quale Trieste Libera chiede la piena riattivazione.

La giornata è continuata con un presidio simbolico nel Porto Franco Nord di Trieste, al quale nel corso della giornata hanno partecipato centinaia di triestini nonostante la pioggia battente (seguono foto).

Trieste Libera svolge queste manifestazioni dall’aprile 2012, per sensibilizzare i cittadini sulle potenzialità economiche inespresse del Porto Franco internazionale di Trieste, lungamente dimenticato dal Governo italiano che lo amministra dal 1954 su sub-mandato dei Governi di Stati Uniti e Regno Unito per contro delle Nazioni Unite.

Il Porto Franco internazionale di Trieste è un ente di Stato del Territorio Libero ed è attualmente minacciato da due gravi pericoli: il progetto di rigassificatore della società spagnola Gas Natural da una parte e il tentativo trasversale da parte di alcuni politici locali di eliminarne metà sdemanializzando i 70 ettari del Porto Franco Nord (surrettiziamente ribattezzato “porto vecchio”) per destinare l’area ad una speculazione edilizia in violazione delle leggi italiane ed internazionali in materia.

Nei prossimi giorni Trieste Libera presenterà il “Manifesto” con le prossime azioni legali per il ripristino della legalità di diritto nel Territorio Libero di Trieste.

Ufficio Stampa del Movimento Trieste Libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.