Trieste Libera

Il futuro va in porto! (FOTO)

Trieste, 8 dicembre 2013: oggi centinaia di triestini hanno partecipato alla manifestazione di Trieste Libera intitolata “Il futuro va in porto”.

Trieste Libera organizza questi eventi dall’aprile 2012 promuovendo il ripristino della legalità, violata dal Commissario del Governo amministratore italiano con i decreti di sospensione del punto franco nel Porto Franco Nord (in foto qui sopra).

Da anni i politici italiani locali cercano di sdemanializzare l’area e darla in pasto alle speculazioni edilizie illegali e cercano di mettere a tacere le opposizioni raccontando ai triestini che l’area sarebbe diventata inutilizzabile come polo portuale (arrivando a chiamarla “porto vecchio” perché per loro vecchio = inutile), mentre è vero l’esatto contrario.

Il Porto Franco Nord misura 70 ettari, si trova immediatamente vicino alla Stazione Centrale e si affaccia su fondali di 18 metri è anche una zona franca e portuale vincolata, come da Art. 3, allegato VIII del vigente Trattato di Pace del 1947:

“La zona del Porto Franco comprenderà le aree e le strutture delle zone franche del Porto di Trieste, entro i loro confini del 1939.”

La manifestazione si è conclusa quindi proprio nel Porto Franco Nord di Trieste, dove i dirigenti di Trieste Libera hanno presentato un programma per il rilancio immediato dell’intero Porto Franco internazionale di Trieste, che sarà presto pubblicato.

Solo il rilancio portuale dell’intero Porto Franco internazionale può restituire lavoro e benessere non solo a Trieste, ma anche alle regioni ed agli Stati vicini.

Aggiornamento: il testo è pubblicato a questo LINK.

Ecco qualche foto del corteo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.