Movimento Trieste Libera

Sulla provocazione nazionalista del 2 giugno a Basovizza (Trieste)

Il 2 giugno a Trieste ignoti provocatori hanno tentato di creare tensioni  nazionaliste affiggendo sul monumento della “foiba di Basovizza” volantini offensivi scritti in lingua slovena, ed il fatto è stato amplificato da alcuni politici. Il Movimento Trieste Libera deplora questi ed altri tentativi di distogliere l’attenzione della gente dai problemi attuali drammatici e concreti, che sono la povertà, la disoccupazione e la crisi delle imprese.

Ufficio Stampa del Movimento Trieste Libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.