Trieste Libera

ATTI ILLEGITTIMI DI LEGGI INESISTENTI

LA RICETTA ITALIANA PER BLOCCARE IL PORTO FRANCO DI TRIESTE

Il Porto Franco Nord, settore strategico del Porto Franco internazionale del Territorio Libero di Trieste.

L’8 gennaio 2014 Francesca Adelaide Garufi, il Prefetto di Trieste e Commissario di Governo per la Regione Friuli Venezia Giulia ha deciso di rinnovare la sospensione del regime del Porto Franco nel Porto Franco Nord.
Si è trattato di un atto gravissimo, e come già ampiamente evidenziato, in totale violazione di legge. Sempre che alla legge si voglia ancora dare un valore in un Paese corrotto come l’Italia, che fa strame della propria stessa Costituzione.
Nella miseria della disperazione dilagante, la rappresentante del Governo amministratore italiano ha impartito un’altra lezione di (anti)diritto alla città di Trieste, come questa ne avesse bisogno, dopo l’italianizzazione forzata e la colonizzazione mal riuscita.
La funzionaria che dovrebbe agire nel Territorio Libero come capo del Governo civile ha dimostrato una volta di più che per lei la legalità non ha semplicemente alcun valore.
Per questo motivo, a rigor di legge, ci siamo permessi quindi di intervenire denunciando la reiterazione di tali atti illegittimi a danno del Porto Franco internazionale di Trieste, che appartiene al Territorio Libero ed ai suoi abitanti.
Senza il suo Porto Trieste non ha futuro.
Noi, I cittadini del Territorio Libero di Trieste, vogliamo difendere il nostro futuro. Di seguito, l’atto inviato al Prefetto di Trieste ed al Governo italiano, nel suo ruolo di Governo provvisorio del Territorio Libero.
L’art. 70 della Legge Costituzionale n.1/1963 precisa chiaramente che l’amministrazione civile provvisoria di Trieste continua fino ad oggi:

…i poteri di amministrazione del Commissario generale del Governo per il territorio di Trieste – esclusi quelli spettanti al Prefetto e quelli trasferiti alla Regione – saranno esercitati dal Commissario del  Governo nella Regione…

Il Commissario del Governo è il capo del Governo civile locale, che opera in continuità con l’A.M.G. F.T.T. ovvero il primo Governo di Stato del Territorio Libero.
È quindi ovvio che tutti I decreti del Commissario del Governo nella Regione che sospendano il regime del Porto Franco Nord siano contro legge e contro allo scopo stesso del mandato di amministrazione fiduciaria speciale che i Governi di Stati Uniti e Regno Unito hanno sub-affidato al Governo italiano nel 1954.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.