Movimento Trieste Libera

Il nuovo sito del Movimento Trieste Libera dopo gli attacchi

Perché questo nuovo sito e una nuova pagina facebook ufficiale per il Movimento

 

Dal 10 maggio un gruppetto identificato di avversari interni ed esterni del Movimento Trieste Libera si è impadronito illecitamente del sito internet e della pagina facebook con oltre 12.000 contatti di soci e simpatizzanti, il 16 maggio l’hanno anche rioccupata dopo che il Movimento era riuscito a recuperarne il controllo, ed hanno rubato gli elenchi dei soci e le mail.

Si sono poi spacciati per titolari legittimi degli strumenti e dati del Movimento, ne hanno abusato per ingannare i lettori con una valanga di informazioni false e calunnie, hanno cancellato la convocazione autentica dell’Assemblea di bilancio del 21 giugno, l’hanno sostituita con una illegittima loro per il 31 maggio, e hanno fatto credere che Presidente e Consiglio Direttivo siano “decaduti”.

I registi ed esecutori palesi e nascosti di questi soprusi vigliacchi non hanno cioè tentato un confronto di opinioni, ma di far tacere il Movimento e di impadronirsene con il furto, la truffa e la prepotenza, commettendo deliberatamente una quantità straordinaria di reati informatici (cybercrimes) e comuni, per i quali verranno ora perseguiti.

I mezzi illegali e la ferocia di questa loro aggressione sono perciò diversi da quelli dello scontro politico. E puntano soprattutto, con altri in rete e col Piccolo, a smentire e bloccare i nostri allarmi e le nostre inchieste su intrecci d’interessi fra potentati triestini e la criminalità organizzata dei riciclaggi, della droga e degli appalti. Le indagini vanno quindi anche in questa direzione.

In attesa di poter recuperare il proprio sito e la pagina facebook illecitamente occupati, il Movimento per contrastare l’inganno li ha dovuti sostituire con questi nuovi. Ma adesso occorre anche segnalarli alle migliaia di soci e di altre persone interessate: preghiamo quindi tutti di farne girare i link un rete al massimo possibile.

Il Movimento risponde dunque ai prepotenti come sempre: rinforzando la battaglia per la difesa e la vittoria di Trieste. Chi desidera approfondire le informazioni sull’attacco subìto le troverà riassunte più sotto su questa pagina, e documentate con la denuncia analitica principale.

Perché, a differenza totale dai partiti italiani e dagli imitatori truffaldini, il Movimento Trieste Libera ha come regola la legalità, la chiarezza, la trasparenza e la pulizia, sia esterne che interne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni