Movimento Trieste Libera

PROGETTO HERMADA

I.R.-28_ragazzi_praga
Lo stemma del 28° I.R. reggimento austroungarico i “leoni” del M.te Hermada. Soprannominato anche “i ragazzi di Praga”.

Abbiamo deciso di impegnarci per riscrivere la nostra storia. Per raccontare la vera storia di Trieste. La storia che è stata cancellata dall’Italia fascista che ci ha occupato nel novembre del 1918 e annesso nel 1920 con il Trattato di Rapallo alla fine della Prima Guerra Mondiale.

E che poi, dopo la seconda guerra mondiale rovinosamente persa, ha ottenuto nel 1954, con il suo nuovo Governo repubblicano, l’amministrazione provvisoria del neo costituito Territorio Libero di Trieste e del suo Porto Franco, amministrazione rapidamente trasformata in una simulazione di sovranità: un abbraccio mortale nei confronti di Trieste nuovamente   soffocata dal nazionalismo di Stato italiano.

Quando gli italiani sono venuti ci hanno colonizzato togliendoci l’identità sostituendola con la loro. Eravamo solo una terra di conquista. E così ci hanno imposto il loro sistema di governo per eradicare il nostro: le mafie corruttive della burocrazia fascista italiana al posto dell’ordinata e legalitaria amministrazione dell’impero austroungarico. E la violenza italiana, tipicamente fascista, frutto di un nazionalismo mai scomparso, e tutt’ora presente anche nell’Italia democratica.

Noi cittadini del Territorio Libero di Trieste ora vogliamo affermare la verità storica e i diritti dei cittadini di una città che non appartenne mai all’Italia ma vi fu annessa con la violenza. Una città Stato per oltre mezzo millennio, e per sua scelta, orgogliosamente austriaca e fiore all’occhiello dell’Impero Austroungarico di cui era il principale porto che serviva l’intera Europa centrale.

Il progetto Hermada serve anche a respingere il nazionalismo di origine fascista imposto dalle istituzioni italiane fin dentro le scuole, per riaffermare l’identità cancellata di Trieste:  la nostra identità,  riconosciuta dal Trattato di Pace del 1947. E proprio per questo partiamo dal M.te Hermada, il baluardo austroungarico che fu la difesa insormontabile di Trieste durante la prima guerra mondiale. Una linea insuperabile che oggi stabilisce anche il confine tra Territorio Libero di Trieste e Italia. Il progetto Hermada ideato e organizzato dal Movimento Trieste Libera verrà avviato a novembre. Aperto al contributo attivo di tutti, triestini e non, che difendono il TLT, nella verità storica per Trieste e nel rispetto della legalità.

I “ragazzi della classe 1900”: i volontari triestini dell’esercito austroungarico.
ZIO_FRANCESCO_RUOLINO_A.U.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni