Movimento Trieste Libera

Presentate al Tribunale di Trieste 50 contestazioni della sovranità italiana

Presentate al Tribunale di Trieste 50 contestazioni della sovranità italiana
Nuove azioni giudiziarie e politico-diplomatiche del Movimento Trieste Libera

2014-12-18-20-35-521-600x900

Trieste, 19.12.2014. – Venerdì 19 dicembre una cinquantina di attivisti del Movimento Trieste Libera ha iniziato dal Tribunale di Trieste la presentazione sistematica alle autorità italiane di dichiarazioni che eccepiscono la giurisdizione civile, penale, amministrativa, militare e fiscale dello Stato italiano sul territorio, i cittadini e le imprese di Trieste e del suo Porto Franco internazionale.

Il documento si fonda sulle norme del Trattato di pace di Parigi del 1947 che hanno costituito il Territorio Libero di Trieste quale Stato indipendente e su quelle del Memorandum di Londra del 1954 che l’hanno affidato all’amministrazione fiduciaria civile provvisoria del Governo (e non dello Stato) italiano, non modificate dal Trattato italo-jugoslavo del 1975, ma non riguarda l’ex “Zona B” passata dal 1991-92 sotto sovranità slovena e croata.

Trieste Libera annuncia che consoliderà ora le eccezioni di giurisdizione con un nuovo documento di reclamo internazionale che prova in 45 cartelle d’analisi l’esistenza giuridica del Territorio Libero dal 1947 ad oggi, chiedendo sanzioni internazionali, comunitarie e penali contro le autorità italiane che la negano per imporre leggi e tasse italiane non applicabili a Trieste. Tutti i cittadini e le imprese interessati possono rivolgersi alla sede del Movimento in piazza della Borsa 7, in orario d’ufficio o telefonando allo 040/2470772

Ufficio stampa del Movimento Trieste Libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.