Movimento Trieste Libera

PRESENTATE LE OSSERVAZIONI PER IL NUOVO PIANO REGOLATORE DEL PORTO DI TRIESTE

porto_nuovo_di_trieste_1-4-2012

PRESENTATE LE OSSERVAZIONI NELLA PROCEDURA DI V.I.A. – V.A.S. DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE ITALIANO PER IL NUOVO PIANO REGOLATORE DEL PORTO DI TRIESTE: IMPOSSIBILE ADOTTARE STRUMENTI URBANISTICI SECONDO LE NORMATIVE ITALIANE E COMUNITARIE.

Il Movimento Trieste Libera (MTL) ha inviato al Ministero dell’Ambiente Italiano (MATTM) le proprie osservazioni nell’ambito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale e Valutazione Ambientale Strategica del nuovo Piano Regolatore Portuale del Porto di Trieste.

Nelle osservazioni MTL segnala al Ministero dell’Ambiente l’impossibilità di imporre l’adozione di uno strumento urbanistico italiano all’interno del Porto Franco di Trieste, basandosi sulle normative comunitarie del tutto inutilizzabili, essendo l’area portuale al di fuori della giurisdizione dello Stato Italiano ai sensi dal Trattato di Pace del 1947 e del Memorandum di Intesa di Londra del 1954.

Per questo MTL ha chiesto al Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) di non emettere alcun decreto relativamente alla VIA-VAS del nuovo Piano Regolatore del Porto di Trieste e di archiviare la pratica in considerazione sia del fatto che lo stesso MATTM non può disciplinare l’uso delle aree portuali appartenenti al Porto Libero di Trieste e dunque non può effettuare la VIA-VAS sulle previsioni proposte, sia del fatto che il D.Lgs. 152/06 (legge italiana di riferimento) non trova applicazione nel Territorio Libero di Trieste in quanto Stato indipendente garantito dal Trattato di Pace del 1947 (Trattato avente natura normativa e non contrattuale, prevalente quindi sulle leggi nazionali e comunitarie).

Alle osservazioni è stato allegato, quale parte integrante delle stesse, l’atto di diffida internazionale per la piena attuazione del regime internazionale del Porto Franco di Trieste presentato al Governo Italiano nel settembre 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.