Trieste Libera

Trieste Libera saluta il nuovo presidente USA

Trieste Libera saluta il nuovo presidente USA

Spilla con le bandiere di Trieste e degli Stati Uniti incrociate in segno di amicizia.

20 gennaio 2017: insediamento del 45° Presidente degli Stati Uniti d’America, Donald J. Trump e della sua Amministrazione.

Trieste Libera celebra l’avvenimento dalla sua sede nel centro della città, la storica piazza della Borsa, ricordando la buona amministrazione fiduciaria britannico-statunitense dell’attuale Free Territory of Trieste e del suo Porto Franco internazionale.

Il Free Territory of Trieste è costituito dal Trattato di Pace con l’Italia del 1947 quale stato sovrano posto sotto la protezione diretta del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e dotato di Porto Franco internazionale al servizio di tutti gli Stati del mondo, con diritti speciali per Svizzera, Cechia, Slovacchia, Austria e Ungheria. I suoi confini con la Slovenia sono stati definiti dalle Nazioni Unite nel 1992.

L’attuale Free Territory of Trieste è formato dalla capitale con il porto franco internazionale e cinque comuni minori. I suoi diritti di porto franco internazionale e di centro finanziario internazionale tra Mediterraneo e Mitteleuropa sono uno strumento importante per le strategìe di stabilizzazione economica e politica del Sud-Est Europa, ed in particolare dei Paesi dell’area ex-jugoslava (LINK).

I Governi degli Stati Uniti d’America e del Regno Unito hanno infatti conservato il titolo di amministratori primari dell’attuale Free Territory in base al Trattato di Pace, anche se ne hanno affidata dal 1954 la difesa militare alla NATO e l’amministrazione civile provvisoria al Governo italiano, che abusa del mandato ricevuto. Trieste Libera invita perciò USA ed UK a riassumere direttamente l’amministrazione.

Ufficio Stampa del Movimento Trieste Libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.