Movimento Trieste Libera

RIGASSIFICATORE: GAME OVER!

Domenica 18 novembre e Mercoledì 28 novembre 2012 Trieste Libera ha organizzato due manifestazioni per far sentire il NO assoluto dei cittadini del Territorio Libero di Trieste al progetto di rigassificatore che il governo italiano e la spagnola Gas Natural vorrebbero imporre nel  Porto Franco Internazionale di Trieste, ente di Stato del Territorio Libero di Trieste in base al Trattato di Pace del 1947.

Più di mille persone, nonostante la pioggia mattutina, hanno sfilato in città (1500 secondo la Questura) per la difesa di un porto che, come l’attuale Territorio Libero di Trieste, è provvisoriamente amministrato dal governo italiano in base al Memorandum d’Intesa di Londra del 1954, ma non è e non può essere soggetto alla sovranità della Repubblica Italiana e deve essere quindi mantenuto nel pieni rispetto delle norme stabilite nel 1947, il cui garante ultimo è il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (risoluzione S/RES/16 del 1947).

dsc_0229

I triestini stanno diventando consapevoli dei loro diritti e vogliono difenderli insieme a Trieste Libera: il porto franco internazionale unico al mondo, deve diventare una risorsa economica vitale per fare di Trieste la Singapore d’Europa, garantendo benessere e ricchezza a tutti gli Stati vicini.

In questo progetto non c’è spazio per i compromessi: vogliamo una Trieste libera dall’illegalità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.