Movimento Trieste Libera

I SINDACI DEL TERRITORIO LIBERO DI TRIESTE

comune_ts_17.08.2013ORDINE N. 172, 17 AGOSTO 1949 DEL G.M.A. (GOVERNO MILITARE ALLEATO): IN VIGORE

I Sindaci eletti nei singoli Comuni situati nella parte del Territorio Libero amministrata dalle Forze britannico-americane in virtù dell’ordinanza n. 172 del 17 agosto 1949 (Gazzetta Ufficiale del G.M.A., vol. II n. 23.21 agosto 1949) prestano giuramento dinanzi al Presidente di Zona nella forma prevista dall’ordine n. 152, del 18 luglio 1949 (art. 1), giuramento che è del seguente tenore: “Giuro che osserverò lealmente le leggi della Zona Britannico-Americana del Territorio Libero di Trieste e disimpegnerò le mie funzioni con l’unico scopo del pubblico bene” (Gazzetta Ufficiale G.M.A., vol II, n. 20-21 luglio 1949).

Il distintivo del Sindaci consiste d’una fascia di seta di colore azzurro che si cinge attorno alla vita. Alle due estremità della fascia è ricamato un emblema consistente d’uno scudo con l’alabarda bianca in campo rosso, sormontata da una corona in oro, e con la parte inferiore del perimetro orlata di foglie verdi di lauro e di quercia.

La dimensione di tale emblema deve essere proporzionata alla larghezza della fascia, nel cui mezzo ed in equidistanza dai due margini, occuperà i tre quarti della larghezza stessa.

A ciascuna estremità della fascia è applicata una frangia d’argento dello spessore di 2 millimetri e dell’altezza di 8 centimetri.

La distanza fra tale frangia e la parte inferiore dell’emblema deve uguagliare quella che intercorre fra il lato superiore dello stesso emblema e ciascuno dei due margini della fascia.

Con la trasmissione il Memorandum di Intesa di Londra del 5 ottobre 1954, il compito di  attuare e fare rispettare le leggi vigenti nell’attuale TLT (l’allora Zona A) è stato assegnato al Governo italiano. A cui spetta, dopo 60 anni dall’invasione dello Stato Italiano, di ripristinare la legalità. Garantendo lo svolgimento delle regolari elezioni amministrative del TLT, e l’insediamento dei legittimi sindaci.

Sindaci con la fascia azzurra (ONU) sormontata dall’alabarda bianca su campo rosso. Così sarà il prossimo sindaco legittimo di Trieste che dovrà giurare fedeltà solo alla propria gente: i cittadini del Territorio Libero.

Tratto dal blog “Ambiente e Legalità” di Roberto Giurastante

ordine172GMA(sindaci)

Un pensiero su “I SINDACI DEL TERRITORIO LIBERO DI TRIESTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni