Movimento Trieste Libera

Già 116 le prime adesioni alla causa contro le tasse italiane nel Free Territory of Trieste

Il 21 giugno 2017 il Presidente di Trieste Libera, Roberto Giurastante, ha presentato alla stampa l’atto di adesione di Trieste Libera alla causa fiscale avviata contro il Governo italiano dalla International Provisional Representative of the Free Territory of Trieste (LINK) ed iscritta a ruolo del Tribunale di Trieste col n. 1757/17. Subito dopo la conferenza stampa sono state formalizzati gli atti di adesione dei primi 116 cittadini ed imprese, che già trasformano la causa in una class action.

Come noto, il 22 maggio la I.P.R. F.T.T., che è un’agenzia di rappresentanza estera su delega diretta dei soggetti giuridici interessati, ha citato in giudizio il Governo italiano, le sue agenzie fiscali e l’INPS contestando loro di imporre e riscuotere illegalmente nell’amministrazione provvisoria del Free Territory of Trieste e del suo Porto Franco internazionale le enormi tasse dello Stato italiano, che mandano in rovina i cittadini e le imprese (LINK).

Tutti i cittadini, i residenti e le imprese del Free Territory of Trieste e di tutti gli altri Stati interessati possono perciò associarsi alla causa con un semplice atto ed utilizzare la pendenza di lite nelle proprie contestazioni fiscali. Le adesioni proseguono presso la Segreteria di Trieste Libera (piazza della Borsa 7, ammezzato), che è aperta dal lunedì al venerdì con orario 9.30-12 e 16-19 ed al sabato con orario continuato dalle 9.30 alle 19.

Per aderire alla causa fiscale è necessario portare con sé un documento d’identità, il proprio codice fiscale e, per le imprese, una visura della registrazione alla Camera di Commercio.

Le dichiarazioni del Presidente R. Giurastante: LINK

Ufficio Stampa del Movimento Trieste Libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni