Movimento Trieste Libera

Trieste Libera entra nella causa fiscale I.P.R. F.T.T. ed organizza le altre adesioni

Trieste, 19 giugno 2017. – Il Movimento Trieste Libera comunica di aver depositato al Tribunale di Trieste il proprio atto di adesione alla causa n. 1757-2017 RG iscritta a ruolo il 29 maggio 2017 dalla International Provisional Representative of the Free Territory of Trieste – I.P.R. F.T.T. nei confronti del Governo italiano, del suo Ministero delle Finanze, delle sue Agenzie Fiscali (Entrate, Demanio, Dogane e Monopoli) e dell’INPS, per accertare quali tasse possono essere imposte e riscosse a Trieste dall’amministrazione italiana, con sospensione cautelare, nel frattempo, delle riscossioni (LINK).

Come noto, la I.P.R. F.T.T. ha citato in Tribunale le autorità italiane affermando che stanno mandano in rovina il Free Territory amministrato, i suoi cittadini e le sue imprese imponendo loro illegittimamente il peso abnorme delle imposizioni fiscali dello Stato italiano, da due a tre volte superiori a quelle compatibili con l’ordinamento giuridico del Free Territory of Trieste, che ha anche regime di Porto Franco internazionale e diritti di centro finanziario indipendente.

Il Movimento Trieste Libera ha aderito alla causa per primo, con il peso dei suoi iscritti (più numerosi dei militanti locali dei partiti italiani) e delle oltre 20.000 firme di cittadini già raccolte a sostegno della sua attività per la piena affermazione dei diritti dell’attuale Free Territory of Trieste. Il Movimento curerà ora anche le adesioni dei già numerosi cittadini ed altri soggetti giuridici che intendono difendersi dalle imposizioni fiscali italiane contestate.

Trieste Libera preciserà la situazione fiscale conseguente in CONFERENZA STAMPA MERCOLEDÌ 21 GIUGNO, alle ore 11.30, nella sede di Trieste, piazza della Borsa 7.

Ufficio stampa del Movimento Trieste Libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni